RADIODRAMMA

In occasione di un progetto PON gestito con il ICS “M. Hack” di Montemurlo abbiamo sperimentato un nuovo formato – il Radiodramma.

Se vi interessa di sviluppare una trasmissione in tale formato, vi invitiamo di ascoltare il lavoro dei ragazzi di Montemurlo. Buon divertimento!

Trasmissioni del 19. e 26.01.2020 "I musicanti di Brema"

Con la scuola media "Salvemini La Pira" di Montemurlo (dell Istituto comprensivo “Margherita Hack”) abbiamo potuto realizzare un progetto PON.

Il progetto ha il titolo “Deutschradio – La radio e musica tedesca”.

L’obiettivo del progetto è stato quello di avvicinare gli studenti alla radio e di attivarli ad usare più possibile la lingua tedesca in modo sciolto e divertente.

Inoltre, una parte importante di tutto il progetto è stata la realizzazione di un radiodramma. Per la storia è stata scelta la fiaba “I musicanti di Brema” dei Fratelli Grimm.

Gli studenti hanno prima analizzato e letto la storia della fiaba, l’hanno suddivisa in scene, poi l’hanno trasformata in uno storyboard per il radiodramma utilizzando le loro proprie parole in tedesco. Poi i ragazzi hanno suddiviso i ruoli e hanno imparato a parlare ciascuno la sua parte. Inoltre hanno cercato rumori e musica di sottofondo.

Hanno realizzato due trasmissioni:
Domenica 19.01 (la puoi scaricare qui>>>)
Domenica 26.01 (la puoi scaricare qui>>>)
sempre alle ore 12.00 da Radiogas>>>

Nella prima trasmissione (19.01.) che dura complessivamente 57 minuti è stato inserito quindi il radiodramma che dura circa 9 minuti e la parte restante della trasmissione è stata realizzata con canzoni di musica tedesca scelte dai ragazzi e con i rispettivi commenti ed introduzioni sempre dai ragazzi. Molti di loro hanno scritto i loro testi in tedesco. Davvero bravi!

Ma la emozione più grande senz’altro per loro è stato quello di parlare al microfono.

La seconda trasmissione (26.01.) contiene altre canzoni scelte dagli studenti con tutte le informazioni ed anche un intervista fatta alla insegnante di tedesco Elena Gigli che insegna a Montemurlo.

Il progetto è stato una sfida per gli studenti ma l’hanno accolta con motivazione, interesse ed anche con entusiasmo. Ringraziamo a tutti i ragazzi che hanno partecipato e ci complimentiamo con loro per il bel risultato raggiunto.